Tim - prima analisi delle linee guida del Piano Industriale 2018-2020

6 Dicembre 2017 - a cura di PuntoCellulare.it
TIM CERCA
Il consiglio di amministrazione di Tim si è riunito per discutere le linee guida del Piano Industriale 2018-2020 e approvare il budget preliminare per il 2018. In passato la società approvava il budget e piano strategico contemporaneamente, generalmente nel primo trimestre dell'anno.

Tim - prima analisi delle linee guida del Piano Industriale 2018-2020
Il budget preliminare per il 2018 conferma ad oggi le linee guida fornite in occasione dell'approvazione del Piano Strategico 2017-2019. Il budget preliminare 2018 sarà completato e recepito nel Piano Strategico 2018-2020, che sarà discusso dal consiglio di amministrazione del 6 marzo 2018. Il piano sarà incentrato sulla creazione di valore per massimizzare convergenza e offerte in bundle scalabili sfruttando al massimo l'estensione delle reti ultra broadband di Tim in fibra e LTE; si baserà su un maggiore e migliore utilizzo di data analytics e digitalizzazione, che contribuirà a migliorare l'efficienza permettendo una maggiore qualità del servizio alla clientela e a produrre margini più alti e aumentare la generazione di cassa.

In questo quadro, l'amministratore delegato ha presentato una panoramica dello scenario regolatorio, tenendo conto dei punti di vista del Governo e delle autorità di settore. La presentazione ha trattato, tra gli altri temi, i diversi modelli di separazione della rete fissa di accesso, confrontandoli con altre esperienze internazionali. Nei prossimi mesi il management continuerà a vagliare le diverse ipotesi per stabilire se la separazione della rete sia necessaria per rispondere agli input delle Istituzioni e per creare valore.

'Approvando un budget preliminare con tre mesi di anticipo indichiamo piani e obbiettivi chiari fin dall'inizio del 2018 permettendo, dunque, alla società di avviare la propria ambiziosa strategia con l'obiettivo di raggiungere un modello di business migliorato e sostenibile', ha sottolineato l'amministratore delegato di Tim Amos Genish. Il consiglio a maggioranza autorizza a proseguire la negoziazione per finalizzare un nuovo accordo con gruppo Mediaset per l'acquisto di contenuti

Uno degli elementi principali del piano strategico 2018-2020 di Tim è quello di proporre un'offerta convergente che includa contenuti video all'interno delle proprie offerte per fisso e mobile, come già avvenuto con il lancio di Tim Show, l'offerta di contenuti multimediali premium con musica, video game, serie TV e notizie per i clienti Tim senza costi aggiuntivi.

In quest'ottica, il Consiglio ha autorizzato a maggioranza il management a proseguire le trattative e chiudere un nuovo e completo accordo pluriennale con il gruppo Mediaset per mettere a disposizione dei clienti Tim i migliori contenuti lineari, i film e le serie TV, le notizie sportive di Mediaset. L'accordo potrà essere attivo a partire dal 2018 sui canali lineari e on-demand ed arricchirà la piattaforma TimVision. I clienti Tim potranno accedere ai contenuti da Decoder, Smart TV, Web e App mobile. La società sta negoziando accordi analoghi con altri player di mercato.

A margine di tale accordo pluriennale, il Consiglio ha autorizzato il management a negoziare con Mediaset l'acquisto dei diritti di Premium relativi alle partite del girone di ritorno del campionato di Seria A Tim 2017/2018, le partite della UEFA Champions League 2018 e altri eventi calcistici internazionali offerti da Premium. Questo accordo sostituirà quello attualmente in essere tra Tim e Mediaset.

MIGLIORI OFFERTE

OFFERTE GEARBEST

NOTIZIE CORRELATE