PuntoCellulare.it

Fastweb - con la LILT per sostenere la Reperibilità telefonica pediatrica 24h

29 Marzo 2017 | Rosa Camilleri
FASTWEB CERCA
Fastweb, insieme ai propri clienti, sostiene il Progetto di Reperibilità telefonica pediatrica 24h realizzato dalla LILT Lega italiana per la Lotta contro i Tumori Sezione Provinciale di Milano, presso la Struttura Complessa di Pediatria Oncologica della Fondazione IRCSS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Per ogni euro donato dai clienti sul proprio abbonamento, Fastweb ne aggiungerà un altro, raddoppiando così il valore della donazione.

Fastweb LILT

Ogni anno sono 1.500 i bambini che si ammalano di patologie oncologiche e 900 gli adolescenti e giovani adulti. I risultati degli studi clinici in oncologia pediatrica affermano che oggi più del 70% di questi pazienti sono guaribili. La sfida attuale è di mantenere le stesse percentuali di guarigione con terapie sempre meno aggressive per ridurre ed evitare danni a distanza.

Donando un euro per rinnovo per ognuno dei 2.4 milioni di clienti che decidesse a sua volta di versarne uno attraverso il proprio abbonamento, Fastweb vuole contribuire ad alleviare le sofferenze dei bambini e delle loro famiglie e contribuire alla lotta contro i tumori. L'iniziativa verrà comunicata presso tutti i punti vendita, nel materiale promozionale Fastweb e online.

I fondi versati da Fastweb e dai suoi clienti verranno utilizzati per sostenere il progetto di Reperibilità telefonica pediatrica 24h. Il servizio, già attivo dal 2014, è realizzato dalla LILT nella Struttura Complessa di Pediatria Oncologica dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, con il contributo dello staff di medici del Reparto di Pediatria e prevede la reperibilità telefonica 24 ore su 24, a favore delle famiglie con figli soggetti a cure per patologie tumorali nel periodo successivo al percorso ospedaliero.

Il progetto è nato dall'esperienza di una famiglia che ha percorso col proprio figlio la fase delle terapie mediche e radianti presso il reparto di Pediatria dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Questi genitori hanno condiviso con altre famiglie le difficoltà relative alla gestione delle problematiche mediche una volta tornati a casa dopo il ricovero ospedaliero, e le hanno segnalate alla LILT e all'Istituto dei Tumori di Milano. Capita di frequente che, in questi periodi, i genitori stessi ed i loro medici di base si trovino di fronte a scelte o a situazioni che potrebbero avere delle conseguenze sullo stato di salute del bambino, ma non hanno le conoscenze e gli strumenti utili per valutarle. Il servizio di Reperibilità telefonica pediatrica cerca di rispondere a questo bisogno offrendo un sostegno anche da remoto.
SEGUICI SU
FACEBOOK
SEGUICI SU
TELEGRAM
ULTIME NOTIZIE
    tsai ing wenGli smartphone Huawei messi al bando a Taiwansony android 10Sony svela le tempistiche degli aggiornamenti ad Android 10motorola razrMotorola RAZR - con l'interfaccia Retro RAZR diventa come il vecchio RAZR V3vodafone 5gVodafone - la rete 5G per la prima performance olografica live in Europauni iso 37001Tim - rilasciata la certificazione anticorruzione UNI ISO 37001samsung galaxy a50Samsung Galaxy A50 - problemi al lettore di impronte dopo l'ultimo aggiornamentosamsung galaxy fold 2Samsung Galaxy Fold 2 - primi indizi sul sito ufficiale per il prossimo smartphone pieghevolesamsung galaxy a51Samsung Galaxy A51 - pubblicata la pagina di supporto sul sito del produttorehuawei mate xHuawei Mate X - al via le vendite in Cina dello smartphone pieghevoleredmi note 8 proRedmi Note 8 Pro - in arrivo una versione con Snapdragon 730Grealme 5sRealme 5s - nuovi dettagli in anteprima sulle caratteristiche tecnicheredmi k30Redmi K30 - confermato il lancio, ma soltanto nel 2020