PuntoCellulare.it

Nest lancia in Italia Nest Protect

14 Novembre 2017 | Lorix
DOMOTICA CRONACHE CERCA
Per prevenire la diffusione degli incendi domestici all'interno delle nuove abitazioni Nest Labs annuncia la disponibilità in Italia di Nest Protect, il rilevatore di fumo e monossido di carbonio.

Nest utilizza un sensore a spettro suddiviso che si serve di due lunghezze d'onda della luce per individuare diversi tipi di fumo e rilevare velocemente gli incendi, sia quelli a combustione lenta sia quelli a combustione veloce. Ciò è importante non solo per la ragione più ovvia, e cioè che è meglio rilevare un incendio in anticipo, ma anche perchè previene i fastidiosi suoni acuti che spesso si avvertono non appena fuoriesce un po' di fumo di cottura dalla padella sul fuoco.

Nest Protect

Con Nest Protect il rilevamento rapido equivale a un primo avviso, ovvero un delicato segnale audio accompagnato da una voce avvisa gli inquilini che i livelli di fumo e monossido di carbonio stanno aumentando. Si tratta di un preavviso facilmente silenziabile: niente panico, niente rumore, basta solo abbassare la fiamma, aprire la finestra ed è possibile continuare tranquillamente a cucinare.

Il fulcro di qualsiasi rilevatore di fumo è il segnale acustico, ovvero l'allarme effettivo che avvisa la presenza di un pericolo. Se è tutto sotto controllo, però, quel suono potrebbe non essere più necessario ed è per questo che Nest Protect è appositamente dotato dell'opzione App Silence che permette di silenziare l'allarme direttamente dallo smartphone tramite Bluetooth LE. Dopo aver verificato che nella stanza non ci siano pericoli basta visualizzare la notifica dell'App Nest e tenere premuto il tasto Silenzia, a quel punto il segnale Nest Protect cesserà di suonare. I vigili del fuoco di tutto il mondo consigliano di eseguire le verifiche dei rilevatori di fumo una volta al mese e ciò implica di dover salire su una scala per premere manualmente il pulsante del rilevatore. Sono in tanti però a non eseguire queste verifiche esponendosi così a un rischio.


Con Nest Protect, premendo un unico pulsante viene eseguita automaticamente la verifica di tutti i dispositivi Nest Protect presenti in casa. Inoltre, Nest esegue costantemente verifiche su sensori e batterie, fino a 400 volte al giorno e permette inoltre di assicurarsi che tutto funzioni correttamente anche di notte attraverso la funzione Sogni d'oro.

Per prevenire nel miglior modo possibile gli incendi, Nest ha compiuto un ulteriore passo avanti: Nest Portect, infatti, verifica automaticamente l'altoparlante e la sirena una volta al mese grazie alla funzione Controllo Audio che emette un leggero suono della durata di un secondo. Il Controllo Audio inoltre è intelligente ed effettua verifiche anche quando in casa non c'è nessuno. Nest Protect è realizzato per durare a lungo, il sensore di monossido di carbonio a lunga durata protegge fino a 10 anni. Per alcune funzioni, come le notifiche su dispositivo mobile e il controllo da remoto, è necessario che Internet e la connessione Wi-Fi funzionino correttamente.
SEGUICI SU
FACEBOOK
SEGUICI SU
TELEGRAM
NOTIZIE CORRELATE
ULTIME NOTIZIE
    htc desire 19sHTC Desire 19s - un nuovo smartphone con tripla fotocamera annunciato a Taiwansamsung galaxy s10Samsung Galaxy S10 - in arrivo un nuovo modello con alcune migliorietim 5gTim - il 5G al servizio della sicurezza stradalemotorola razrMotorola RAZR - ufficiale il RAZR pieghevole, ecco caratteristiche e prezzo di lanciooneplus 7 pro 5gOnePlus 7 Pro 5G - Android 10 arriverà in ritardo, soltanto nel 2020samsung security daysSamsung Security Days - si impara come mettere al sicuro il proprio smartphonevivo v17Vivo V17 - prime immagini dal vivo per il nuovo smartphonehonor 20s europaHonor 20s - arriva in Europa, ma derivato da Huawei P30 Liteofferte gearbestLe offerte GearBest di oggi con tanti smartphone al prezzo più bassoxiaomi cc9 proXiaomi ha in cantiere nuovi smartphone con fotocamera da 108MPvivo u20Vivo U20 - un nuovo smartphone in arrivo il 22 novembrexiaomi mi note 10Xiaomi Mi Note 10 - tutti i segreti messi a nudo nel primo teardown