PuntoCellulare.it

Symantec sottolinea i rischi per la privacy con Google Home e Amazon Echo

21 Novembre 2017 | Roberto Bracco
CRONACHE CERCA
Symantec ha pubblicato una nota in merito ai rischi potenziali - da quelli minori a quelli più preoccupanti - collegati all'utilizzo degli smart speaker. La società ha preparato un elenco dei risultati più interessanti emersi dalla ricerca e alcuni suggerimenti per chi acquista in rete.

Symantec privacy

- La minaccia più grave alla sicurezza dello smart speaker ad attivazione vocale è da ricercare nelle altre persone che hanno accesso al dispositivo. Se i pirati informatici riuscissero ad accedere alla rete locale potrebbero facilmente cambiare le impostazioni dei dispositivi Google Home o riportare il dispositivo alle impostazioni di fabbrica
- Le preoccupazioni relative alla privacy sono ancora uno dei principali argomenti a sfavore degli smart speaker; se l'account email dovesse essere compromesso il terminale potrebbe infatti essere utilizzato per spiare nelle nostre case
- Il principale veicolo responsabile di un eventuale attacco informatico si trova nei servizi di streaming; tuttavia, sino ad oggi, Symantec non ha rilevato l'utilizzo di questo veicolo
- E non si tratta solamente di un problema legato all'accesso da parte di altre persone agli smart speaker: le TV, la radio, i siti web e altri smart speaker sono tutti potenzialmente in grado di interferire negativamente con il dispositivo e causare brutti scherzi o guasti più o meno irreparabili


Symantec privacy

Suggerimenti per gli utenti:

- Scegliere con attenzione quali account connettere all'assistente vocale. Prendere in considerazione la creazione di un nuovo account se non è strettamente necessario utilizzare l'agenda o la rubrica
- Se possibile, proteggere sempre l'account di servizio collegato al dispositivo con una password solida e l'autenticazione a doppio fattore
- In casa preferire sempre una rete Wi-Fi criptata WPA2 a un hotspot aperto, e creare una rete Wi-Fi per gli ospiti e per dispositivi IoT non sicuri
- Non utilizzare l'assistente vocale per trasmettere informazioni sensibili come password o numeri di carte di credito
- Disattivare la funzione acquisti, se non necessaria, o creare una password dedicata esclusivamente agli acquisti
- Se la funzione è disponibile, bloccare l'assistente vocale impostandolo in modo che riconosca solamente la vostra voce
- Di tanto in tanto, cancellare le registrazioni anche se questo potrebbe abbassare la qualità del servizio ostacolando il dispositivo nell'apprendimento del vostro registro linguistico


Symantec privacy
SEGUICI SU
FACEBOOK
SEGUICI SU
TELEGRAM
NOTIZIE CORRELATE
ULTIME NOTIZIE
    xiaomi cc9 proXiaomi ha in cantiere nuovi smartphone con fotocamera da 108MPvivo u20Vivo U20 - un nuovo smartphone in arrivo il 22 novembrexiaomi mi note 10Xiaomi Mi Note 10 - tutti i segreti messi a nudo nel primo teardownsamsung galaxy a01Samsung Galaxy A01 - primi dettagli sul nuovo smartphone entry levelsamsung 108mpSamsung sta lavorando ad uno smartphone con fotocamera da 108MPairpods proAirPods Pro - da Caviar l'esclusiva Gold Edition più costosa al mondohonor v30Honor V30 - confermato il lancio il 26 novembre, ecco le immagini ufficialihisense king kong 6Hisense King Kong 6 - un potente battery phone con batteria da 10.000mAhsamsung galaxy a51Samsung Galaxy A51 - caratteristiche tecniche e immagini in anteprimarealme 5sRealme 5s - sempre più vicina la presentazione ufficialeredmi k30Redmi K30 - lo smartphone 5G ottiene una certificazione in Cinaofferte gearbestLe offerte GearBest di oggi con tanti smartphone al prezzo più basso