AGCOM impone un limite al telemarketing di Tim e Vodafone

28 Dicembre 2017 - a cura di PuntoCellulare.it
TIM VODAFONE CRONACHE CERCA
AGCOM ha imposto a Tim e Vodafone di limitare le sollecitazioni telefoniche a cui vengono sottoposti i clienti, ponendo in pratica un freno ad attività di telemarketing spesso esasperanti. Le nuove disposizioni sono contenute nei provvedimenti 26897 (Tim) e 26898 (Vodafone) pubblicati sul bollettino 49/2017 dell'authority garante della concorrenza e del mercato.

AGCOM impone un limite al telemarketing di Tim e Vodafone
Per quanto riguarda Tim, al fine di evitare sanzioni la compagnia telefonica si impegna a contattare il cliente (o potenziale cliente) per attività promozionali non più di una volta al mese (prima poteva farlo fino a sei volte), tranne che nei casi in cui il cliente abbia dato il proprio consenso. Tim si impegna inoltre a non contattare ulteriormente il cliente per proporre un'offerta o un servizio per il quale abbia già confermato il proprio disinteresse. Sono previsti controlli a campione da parte di Tim, per verificare il corretto operato da parte dei call center.

Vodafone invece ha acconsentito di adottare una distinzione fra campagne di contatto SMS e telefoniche in modo tale che, se un cliente è destinatario di campagna SMS, lo stesso non potrà essere destinatario della medesima campagna svolta attraverso contatto telefonico. La misura non si riferisce ai clienti potenziali poichè gli stessi, ad oggi, non sono oggetto di campagne a mezzo SMS. Nel corso della gestione di una campagna di contatto via SMS nei confronti degli ex clienti che hanno prestato il consenso ad essere contattati per campagne commerciali, non potrà essere
effettuato un invio di SMS superiori a cinque durante tutta la durata della singola campagna verso ciascuna numerazione. Anche in questo caso Vodafone si impegna ad un maggiore controllo del lavoro effettuato dai call center.