PuntoCellulare.it

Vodafone e Tim trattano sulla condivisione della rete mobile

21 Febbraio 2019 | PuntoCellulare.it
TIM VODAFONE CERCA
Vodafone e Tim hanno annunciato in data odierna di aver sottoscritto un Memorandum d'Intesa non vincolante in relazione ad una potenziale partnership per condividere la rete attiva ed ampliare l'attuale accordo di condivisione della infrastruttura passiva. Le due aziende stanno inoltre valutando fattibilitą e contenuti di una possibile aggregazione in una sola entitą delle rispettive torri di trasmissione in Italia, oltre ad aver concordato un periodo di esclusiva nella negoziazione.

vodafone tim

In merito al progetto di condivisione della rete attiva, Vodafone e Tim intendono sottoscrivere un accordo che consentirebbe uno sviluppo congiunto della infrastruttura 5G. Questo progetto permetterebbe una pił rapida implementazione della tecnologia 5G su un'area geografica pił ampia e ad un costo inferiore. Vodafone e Tim valuteranno la fattibilitą tecnica e commerciale di installare congiuntamente i propri apparati attivi 5G nel pPaese, incluso in alcune grandi cittą dove ciascuna societą potrebbe voler mantenere flessibilitą strategica e assicurare la propria capacitą di rispondere alle esigenze dei rispettivi clienti.

Vodafone e Tim intendono inoltre valutare la condivisione degli apparati attivi anche delle rispettive reti 4G esistenti, per supportare la condivisione attiva della rete 5G; questo potrebbe inoltre generare ulteriori efficienze. Inoltre, Vodafone e Tim intendono adeguare le rispettive reti di trasmissione mobile, attraverso l'utilizzo di cavi in fibra ottica a pił alta capacitą ('Fiber-to-the-Site' o 'backhauling'). Questo consentirebbe ai clienti di trarre vantaggio dalle nuove caratteristiche del 5G, come la maggiore velocitą e la bassa latenza, e genererebbe maggiori economie di scala per le societą.

Vodafone e Tim intendono anche estendere l'attuale accordo di condivisione delle loro infrastrutture passive di rete, passando dagli attuali 10.000 siti (circa il 45% del totale delle torri delle due societą) a una copertura su base nazionale, con l'obbiettivo di accelerare e rafforzare lo sviluppo della tecnologia 5G e utilizzare in modo pił efficiente l'infrastruttura di rete, sia in zone urbane sia in aree rurali.
Prosegui la lettura a pagina 2 >
SEGUICI SU
FACEBOOK
SEGUICI SU
TELEGRAM
ULTIME NOTIZIE
    tsai ing wenGli smartphone Huawei messi al bando a Taiwansony android 10Sony svela le tempistiche degli aggiornamenti ad Android 10motorola razrMotorola RAZR - con l'interfaccia Retro RAZR diventa come il vecchio RAZR V3vodafone 5gVodafone - la rete 5G per la prima performance olografica live in Europauni iso 37001Tim - rilasciata la certificazione anticorruzione UNI ISO 37001samsung galaxy a50Samsung Galaxy A50 - problemi al lettore di impronte dopo l'ultimo aggiornamentosamsung galaxy fold 2Samsung Galaxy Fold 2 - primi indizi sul sito ufficiale per il prossimo smartphone pieghevolesamsung galaxy a51Samsung Galaxy A51 - pubblicata la pagina di supporto sul sito del produttorehuawei mate xHuawei Mate X - al via le vendite in Cina dello smartphone pieghevoleredmi note 8 proRedmi Note 8 Pro - in arrivo una versione con Snapdragon 730Grealme 5sRealme 5s - nuovi dettagli in anteprima sulle caratteristiche tecnicheredmi k30Redmi K30 - confermato il lancio, ma soltanto nel 2020