PuntoCellulare.it

Qualcomm migliora la qualità delle chiamate con i cellulari 3G

5 Settembre 2005 | PuntoCellulare.it
3G CERCA
Qualcomm ha annunciato di aver adottato la tecnologia LifeVibes Voice di Philips, per il miglioramento della qualità delle conversazioni, soprattutto in modalità vivavoce, all'interno dei propri chip modem Mobile Station MSM6550 e MSM6275, compatibili rispettivamente con le reti mobili che utilizzano gli standard CDMA2000 e WCDMA.

'Una migliore qualità dell'audio è fondamentale per ottenere il favore dei consumatori e l'adozione della tecnologia di cancellazione dell'eco nei chip di Qualcomm migliorerà drasticamente le conversazioni vocali anche negli ambienti più rumorosi. Siamo lieti che la nostra collaborazione con Philips consenta ai nostri partner di offrire alla clientela cellulari con performance acustiche di qualità superiore', ha dichiarato Mark Frankel, vice presidente dello sviluppo dei prodotti di Qualcomm.
SEGUICI SU
FACEBOOK
SEGUICI SU
TELEGRAM
NOTIZIE CORRELATE
ULTIME NOTIZIE
    redmi note 8 proRedmi Note 8 Pro - in arrivo una esclusiva Special Editionuawei enjoy 20Primo confronto per i nuovi Huawei Enjoy 20 e Enjoy 20 Plusrealme c12Realme C12 - in anteprima nuovi dettagli sulle caratteristiche tecnichesamsung galaxy m51Samsung Galaxy M51 - il lancio atteso a settembre, un riassunto delle caratteristiche attesesamsung galaxy note 20Samsung Galaxy Note 20 - il prezzo scende a 899 euro, con tutti gli omaggi della promo lancioxiaomi mi 10 ultraXiaomi Mi 10 Ultra - in anteprima le immagini e le caratteristiche tecnichemotorola moto e7 plusMotorola Moto E7 Plus - in anteprima immagini e caratteristiche tecnichehuawei mate 40Huawei Mate 40 e Mate 40 Pro saranno lanciati a settembresamsung galaxy note 20 mystic redSamsung Galaxy Note 20 - l'esclusiva versione Mystic Red in Corea del Sudpixel 4aQuattro nuovi smartphone Google Pixel nel 2021, uno con schermo pieghevolerealme x3 proRealme X3 Pro - secondo Geekbench avrà uno Snapdragon 855+pixel 4 4 xlPixel 4 e 4 XL escono di scena, Google smette di venderli dopo solo 9 mesi